La storia

  • PALAZZO PETRARCA

    PALAZZO PETRARCA

    E' stato costruito nel 1600 dai Petrarca, famiglia appartenente alla borghesia di campagna, ma molto istruita, tanto da avere tra i suoi rappresentati più illustri ecclesiastici e avvocati. Uno di essi, Generoso Petrarca, fece insediare a Paliano l'ordine dei Passionisti (1755). Nel 1767 il palazzo ospita San Paolo della Croce come testimoniato dallo scritto di Giuseppe Comparelli  "San Paolo della Croce da Napoli a Roma". E' dotato di una Cappella privata e di numerose salette affrescate con cicli pittorici ad opera di Tommaso Conca, autore anche del Martirio di Sant'Andrea, il grande ovale che si trova dietro l'altare della Collegiata.  (Fonte: Tesi di laurea di uno degli eredi della famiglia Petrarca pubblicata nella rivista Latium n° 19/2002, ISALM) »

  • STORIA DELLA TOPONOMASTICA PALIANESE

    STORIA DELLA TOPONOMASTICA PALIANESE

    Il 25 aprile del 1899 l'architetto di fiducia della famiglia Colonna, Marcello Schifalacqua, propone un cambiamento della denominazione di strade  e piazze del paese; decide di adottare due criteri per la scelta della nuova nomenclatura: attinenza ai fatti storici legati all'unità d'Italia e a personaggi o vicende storiche palianesi di particolari rilievo. Alcuni dei nomi che risultano nei documenti d'archivio, a cui sono stati dedicate le strade,  sono: Vittorio Emanuele II, Umberto I, Cavour, Margherita di Savoia, Garibaldi, Piazza Indipendenza e Piazza del Plebiscito. Mentre per il secondo criterio sono Piazza Marcantonio Colonna, Via Moele Tosi, Via Lepanto, Via delle Galee, Via Campo di Quarata, Vicolo del Turco, Vicolo Castello, Via della Rocca, Via dei Bastioni; in questa seconda suddivisione vediamo presenti sia personaggi storico e fatti rilevanti con un richiamo all'aspetto della funzione difensiva della città.  E' possibile riconoscere i segni di questa nuova toponomastica attraverso targhe in ceramica bianca con bordo blu.  Successivamente alcune strade hanno subito delle ulteriori variazioni della  nomenclatura a seguito di eventi fondamentali per la storia del Paese: Via Fratelli Beguinott che prima era Via Suburbana ed è in memoria di due fratello scienziati, figli del medico condotto di Paliano; Via Cesare Battisti, intitolata all'omonimo martire della Prima Guerra Mondiale; Piazza Roma che oggi è PIazza Sandro Pertini; Slargo Aldo Moro di recente costruzione; Viale Giacomo Lisia dedicato ad un famoso artista locale scomparso di recente; Viale Giovanni Paolo Secondo. »