Aree sosta

  • LA SELVA DI PALIANO

    LA SELVA DI PALIANO

    E' un luogo suggestivo, fatto di colline ondulate con vigne, boschi, prati e laghi. Si incontra sulla Via Palianese, a due chilometri dall'Autostrada del Sole (uscita Colleferro). La Selva vuole essere un'idea che sottolinea l'importanza della logica nelle apparenti contraddizioni. L'utile deve essere associato al superfluo, il razionale con l'assurdo, i bilanci, il lavoro e la disciplina con la poesia, la partecipazione e l'inventiva. I fiori, le piante e gli animali, con l'uomo elettronico consumato dall'asfalto e dal cemento. La Selva affonda la sua essenza in un rapporto ininterrotto con il territorio e nel rispetto dell'ambiente e delle forme architettoniche. La Selva di Paliano è un'area di 470 ettari. Il Parco Uccelli è nato nel 1974 dall'intuizione e dall'impegno del Principe Antonello Ruffo di Calabria. Nel parco, meta, negli anni, di milioni di visitatori, attrezzato di bar, ristoranti, vivaio giardino, piste per cavalli e biciclette, giochi, vivevano circa duecento specie di uccelli, provenienti da tutto il mondo, alcune rare o in via d'estinzione. TELEFONO:. 333-1844979 - Tel. 0775-570837 »

  • PISTA CICLABILE

    PISTA CICLABILE

    Il tragitto ricalca il percorso della vecchia ferrovia Roma-Fiuggi raggiungendo una pendenza massima del 6% e toccando, nella sua lunghezza di circa 20-22 chilometri, le località di Paliano, Serrone, Piglio, Acuto e Fiuggi. Per tutto l’itinerario si transita a quote che toccano al massimo i 700 metri di altitudine. Si parte dalla cittadina Termale di Fiuggi, seguendo le indicazioni per Acuto sulla Strada Statale 155 Prenestina; dopo circa 700 metri dal centro di Fiuggi Fonte, si raggiunge l’inizio della pista ciclabile delimitata da una protezione, barriere di sicurezza in legno ed acciaio. La pista costeggia la Statale 155 sul lato destro del monte dirigendosi verso il paese di Acuto. Lungo questo primo tratto, si possono ammirare boschi incontaminati di alberi di castagno e acacie sia sul lato destro vicino la pista, che sul lato sinistro dopo il margine estremo della statale. La pista passa lungo la parte bassa del paese di Acuto dove c’era la vecchia Stazione Ferroviaria, per poi risalire di circa 50-60 metri sul monte rispetto alla sede stradale e proseguire verso la vecchia stazione ferroviaria di Piglio. Si può ammirare da questa altezza un panorama suggestivo di tutta la valle del Sacco, con la veduta delle località di Anagni e Paliano. Il tracciato della pista è a tratti complanare alla Strada Statale 155, per poi toccare il centro della località La Forma (Serrone) costeggiando i fianchi del monte Scalambra. Da qui si procede in direzione di San Quirico, dove però al momento si incontrano numerose interruzioni che per molti tratti portano la pista a dover confluire sulla Statale 155, con notevole disagio per i ciclisti. E’ però da annotare che sono stati preventivati dei lavori per poter completare i tratti interrotti e migliorare tutto il percorso. La pista ciclabile termina il suo itinerario proprio nelle vicinanze delle catacombe di San Quirico. »

  • PARCHEGGI I

    PARCHEGGI I

    I parcheggi in via fratelli Beguinot si sviluppano in quattro piani, tutti ampi e gratuiti. L' ultimo piano (adiacente alla strada) dispone anche di una piccola area dove si trova un distributore di acqua liscia e gassata. INDIRIZZO: Via fratelli Beguinot »

  • PARCHEGGI II

    PARCHEGGI II

    I parcheggi di Sant'Anna si sviluppano in tre piani uno dei quali, il primo a piano terra, è a pagamento. INDIRIZZO: Via porta sabauda »

  • PARCHEGGI III

    PARCHEGGI III

    I parcheggi in via San Francesco d' Assisi si trovano al di sotto della strada provinciale, facilmente raggiungibili,dispongono di molti posti macchina e camper. Anche in questi parcheggi si trova un distributore di acqua sia liscia che gassata. INDIRIZZO: Via san Francesco D'Assisi »